Edilizia Industria: rinnovato il Cipl di Belluno

Siglato, il giorno 1/8/2017, tra la Associazione degli Industriali della provincia di Belluno e la FENEAL-UIL la FILCA-CISL, la FILLEA-CGIL territoriali, il CIPL da valere per i dipendenti delle imprese edili ed affini operanti in provincia di Belluno, integrativo del CCNL 1/7/2014

Si propone una sintesi relativa alle novità introdotte dal nuovo contratto.


Decorrenza e durata
Il presente CIPL decorre dall’1/9/2017 al 31/12/2019, intendendosi annualmente prorogato oltre tale data in assenza di disdetta operata anche da una sola delle parti firmatarie entro il mese di novembre di ciascun anno. Con esclusivo riferimento agli istituti EVR e PAIE, gli stessi verranno comunque a cessare con la data del 31/12/2019 esclusa ogni proroga tacita.


Indennità per lavori in alta montagna
E’ così stabilita:
– per lavori eseguiti oltre i 1000 metri sul livello del mare e fino a 1300 metri il 8%;
– per lavori eseguiti oltre i 1301 metri sul livello del mare e fino a 2000 metri il 15%;
– per lavori eseguiti oltre i 2000 metri il 20%.


Misura della trasferta
Le misure, sostitutive di quelle in atto, sono, a far data dall’entrata in vigore del presente accordo, le seguenti:
a) per distanze comprese tra i 0 e i 20 chilometri dai confini territoriali, una indennità giornaliera pari al 8,5%
b) per distanze comprese tra i 21 e i 35 chilometri dai confini territoriali, una indennità giornaliera pari al 16,5%
c) per distanze comprese tra i 36 e i 50 chilometri dai confini, una indennità giornaliera pari al 18%
d) per distanze superiori ai 50 chilometri dai confini territoriali una indennità giornaliera pari al 20%
della paga oraria determinata sugli elementi di cui al punto 3 dell’art. 24 del CCNL vigente, moltiplicato 8.


Mezzi di trasporto
Nel caso di utilizzo di mezzi di trasporto da parte del lavoratore per recarsi al cantiere assegnato, le parti hanno individuato i seguenti casi secondo un ordine avente carattere, per quanto possibile di priorità.


a) Mezzi dell’Impresa
Nel caso in cui l’Azienda decida di effettuare il trasporto degli operai con mezzi propri, nulla è dovuto oltre a quanto previsto dal precedente punto 1), salvo per il lavoratore che guida il mezzo dell’Impresa al quale viene riconosciuta un’indennità chilometrica di € 0,14/km.


b) Mezzi del lavoratore (per conto impresa)
Qualora l’impresa convenga di effettuare il trasporto con automezzo di proprietà di un operaio, ai lavoratori trasportati (almeno tre, compreso il proprietario dell’automezzo) compete il trattamento di cui al precedente punto 1) salvo per l’autista che beneficerà inoltre dei seguenti trattamenti:
– rimborso chilometrico pari ad 1/4/ del costo della benzina;
– indennità chilometrica di € 0,14/km.


c) Mezzi pubblici
Nel caso che l’impresa non metta a disposizione idonei mezzi di trasporto, agli operai stessi spetta il rimborso della spese di viaggio sostenute sulla base del costo dei servizi pubblici, previa presentazione di idonea documentazione.


d) Mezzi del lavoratore
Nell’ipotesi in cui il servizio pubblico sia assente nella tratta considerata, oppure si sviluppi in orari non compatibili con le esigenze dell’operaio e dell’Impresa, il lavoratore, previa autorizzazione dell’impresa, potrà utilizzare il mezzo proprio beneficiando del rimborso chilometrico calcolato sulla base di 1/4 del prezzo di un litro di benzina.


Pernottamento in loco
Tutte le misure indicate al punto 1. del presente articolo, non sono dovute nel caso di pernottamento in loco disposto dall’Impresa il cui vitto e alloggio sia sostenuto dalla stessa, fatto salvo il riconoscimento all’operaio addetto alla guida del mezzo:
– se il mezzo è aziendale: all’operaio che lo guida spetta una indennità chilometrica di € 0,14/km;
– se il mezzo è del lavoratore e questi lo guida per conto dell’Impresa al suddetto compete il rimborso chilometrico calcolato sulla base di 1/4 del prezzo di un litro di benzina super, nonché l’indennità chilometrica di € 0,14/km;
– se il mezzo è del lavoratore (con massimo di due trasportati, compreso il proprietario) l’operaio alla guida beneficerà del solo rimborso chilometrico calcolato come al paragrafo precedente.
Infine, le parti convengono che agli operai che si trovano nella condizione di pernottamento in loco, sarà riconosciuto, un importo per ogni giornata di effettiva prestazione lavorativa in trasferta di € 11,00.


Elemento Variabile della Retribuzione – EVR
A copertura economica del periodo decorrente dall’1/1/2017 al 31/12/2019 l’Elemento Variabile della Retribuzione (E.V.R.) per la provincia di Belluno sarà determinato, tenendo conto delle variazioni temporali, su base triennale, degli indicatori/parametri territoriali richiamati nel CIPL e delle loro incidenze ponderali in termini percentuali.
L’importo orario dell’Elemento Variabile della Retribuzione (E.V.R.) a livello provinciale sarà determinato, per gli impiegati, gli operai e per gli apprendisti impiegati ed operai, nella misura oraria massima corrispondente al 4% dei minimi mensili di paga in vigore all’1/7/2014 divisi per il coefficiente 173 per il periodo decorrente dall’1/1/2017 fino a tutto il 31/12/2017, qualora dovesse risultare una variazione pari o positiva per tutti gli indicatori/parametri considerati.
Qualora la variazione pari o positiva non dovesse risultare per tutti gli indicatori/parametri considerati, ma dovesse comunque risultare pari o positiva per almeno due degli stessi, il predetto importo orario verrà ridotto a una misura percentuale dello stesso pari alla somma delle incidenze percentuali relative agli indicatori/parametri per i quali risulterà una variazione pari e/o positiva, quindi in misura non inferiore al 50%, pari quindi al 2% dei minimi mensili di paga in vigore all’1/7/2014 divisi per il coefficiente 173.
Le Parti Sociali provinciali si incontreranno entro il mese di Maggio di ciascun anno per il calcolo e la verifica degli indicatori/parametri e per la determinazione in via definitive dell’Elemento Variabile della Retribuzione (E.V.R.) per la provincia di Belluno per l’anno 2017, in conformità alle previsioni contenute negli art. 12 e 38 dell’Accordo di rinnovo del CCNL 1/7/2014.


Premio Aziendale Imprese Edili
Si conferma per la durata del presente accordo l’erogazione del PAIE (Premio Aziendale Imprese Edili).
Tale premio annuo verrà riconosciuto dall’impresa al solo personale operaio, che abbia svolto presso la stessa impresa nel periodo di riferimento (1° gennaio -31 dicembre) un periodo di servizio pari ad almeno 140 giornate di effettiva prestazione lavorativa.
Il premio verrà riconosciuto nella misura lorda ed onnicomprensiva di €3,00 (tre/00) per ogni giornata di effettiva prestazione lavorativa a decorrere dalla 141.a giornata.


Reperibilità aziendale
Per l’effettivo svolgimento dei turni di reperibilità le aziende riconosceranno al lavoratore un compenso specifico, avente natura retributiva, pari ad euro 10,00 (dieci/00) lordi per ogni giorno di effettiva reperibilità.